Monitoraggio e modellizzazione dei processi idrologici per la tutela dei sistemi agro-forestali in ambito collinare e montano

icona di acrobat Scarica il poster del progetto (pdf 54 Kb)

la zona interessataIl progetto si propone di sviluppare strumenti per la valutazione della vulnerabilità del territorio ai processi di degrado attraverso lo studio delle dinamiche spaziali e temporali dei processi idrologici ed idrogeologici nel sistema suolo-vegetazione-atmosfera (SVA). Il progetto è strutturato nelle seguenti linee fondamentali: i) analisi regionale degli scenari di degrado del territorio collinare-montano; ii) monitoraggio delle principali variabili di interesse, mediante apposite indagini sperimentali dirette ovvero mediante acquisizione ed interpretazione di dati già acquisiti in altre campagne sperimentali a scala di bacino idrografico; iii) descrizione dei processi osservati con opportuni modelli matematici, di diversa complessità, con il coinvolgimento di esperti nel settore dell’idrologia del suolo, della ecologia forestale e della geologia tecnica.

Risultati attesi

paesaggio collinareDi seguito si elencano i principali prodotti attesi:

  • Caratterizzazione della vegetazione in ambito collinare e montano e della sua dinamica stagionale, con indicazione, dove possibile, delle pratiche selvicolturali dominanti e del grado di resilienza all’incendio;
  • Scenari di danno della vegetazione per incendi boschivi;
  • Caratterizzazione della variabilità temporale (a scala mensile) del grado di copertura del suolo mediante analisi della variabilità spazio-temporale del LAI stimato da immagini satellitari;
  • Indagini sulla dinamica stagionale dei caratteri di erosività della precipitazione;
  • Sviluppo di modelli regionali di stima dell’erosione in ambiente GIS, per la produzione di scenari di lungo termine e di evento;
  • Carta delle caratteristiche micro morfologiche e geologico-tecniche delle coperture;
  • Carta delle instabilità pregresse.

Ricadute

Il progetto fornirà elementi conoscitivi e strumenti metodologici fondamentali per la programmazione delle risorse a scala regionale finalizzate alla realizzazione di: • infrastrutture per migliorare la fruibilità e la valenza socio-economica delle superfici forestali; • interventi preventivi per la mitigazione dei danni derivanti dagli incendi boschivi; • interventi preventivi per mitigare la vulnerabilità del territorio all’erosione e alle frane superficiali. In fase di programmazione sarà possibile in particolare valutare: – l’efficienza e l’efficacia degli interventi su un orizzonte temporale commisurato alle risorse impegnate per la loro realizzazione; – la compatibilità ambientale degli interventi.