Progetto GRANATUM

Innovazioni agronomiche per il miglioramento della qualità dei frutti di melograno  Il progetto GRANATUM scaturisce dall’esigenza di migliorare la competitività delle aziende frutticole in crisi insistenti, prevalentemente, nelle aree rurali ad agricoltura intensiva delle province di Caserta, Napoli e Salerno.

Innovazioni agronomiche per il miglioramento della qualità dei frutti di melograno 

Il progetto GRANATUM scaturisce dall’esigenza di migliorare la competitività delle aziende frutticole in crisi insistenti, prevalentemente, nelle aree rurali ad agricoltura intensiva delle province di Caserta, Napoli e Salerno.

La coltivazione del melograno, per le caratteristiche nutraceutiche del frutto, la crescente richiesta di consumo, le tecniche colturali a basso impatto ambientale e l’elevata sostenibilità economica, rappresenta un’opportunità positiva per le aziende in crisi.

Il progetto GRANATUM, infatti, ha come obiettivo generale quello di orientare nella riconversione le aziende frutticole, cogliendo le opportunità offerte dal mercato.

Il progetto è articolato nei seguenti obiettivi operativi:

  1. Miglioramento delle performance agronomiche di cultivar di melograno.
  2. Valutazione dell’innovazione di processo sui parametri qualitativi e attività biologiche del frutto.
  3. Definizione di indici biochimici e molecolari per la caratterizzazione dei frutti.
  4. Valutazione della sostenibilità economica, ambientale e delle preferenze del consumatore.

Le attività previste mirano a risolvere alcune criticità connesse alla coltivazione del melograno e a valorizzare il prodotto fresco, attraverso i seguenti risultati attesi, quali principali implicazioni del progetto:

  • Redazione di schede agronomiche sulle performance bio-agronomiche delle cultivar considerate;
  • Manuale di gestione agronomica del melograno
  • Caratterizzazione degli estratti edibili delle cultivar di melograno e delle loro potenziali proprietà nutraceutiche;
  • Individuazione di marcatori molecolari utili alla tracciabilità di filiera;
  • Valutazione della sostenibilità economica e ambientale della coltivazione di melograno e confronto con la coltivazione in atto;
  • Valutazione della disponibilità a pagare (DAP) del consumatore per il prodotto fresco e per ciascuno dei suoi attributi oggetto dell’analisi.

Scopri di più sul progetto direttamente al sito: progettogranatum.it

Ultimo aggiornamento

29 Luglio 2020, 12:56